Lentezza ed inavvicinabilità delle istituzioni

Lentezza ed inavvicinabilità delle istituzioni

pubblicato da ARF ART 0 commenti
Lentezza ed inavvicinabilità delle istituzioni

In un panorama nazionale di agonizzante attesa per un governo salvifico, in un contesto istituzionale paralizzato dal debito pubblico e spesso dalla  incapacità di operare scelte e strategie progettuali coraggiose e lungimiranti, la lentezza e la rigidità con cui gli operatori pubblici si avvicinano alle esigenze, alle proposte, alle idee ed alle richieste dei cittadini costituiscono un vero e proprio stillicidio: anticamera della resa, della disfatta, della rinuncia e  della sfiducia. Alle belle parole, ai bei propositi di cooperazione tra gli attori pubblici preposti e tra operatori pubblici e privati purtroppo non segue quella linearità e velocità di comunicazione necessaria ed ormai indispensabile per dialogare su obiettivi comuni, per lavorare insieme con rispetto e democrazia, per sostenersi a vicenda con coraggio, fiducia, impegno, stima. Il primo passo che i rappresentanti delle istituzioni dovrebbero compiere nei confronti dei cittadini è quello di lasciarsi avvicinare, di rendersi più disponibili e facilmente reperibili: questo è ad oggi il nervo scoperto dell’interfaccia pubblico-privato che maggiormente spazientisce, svilisce e spesso logora la credibilità delle buone intenzioni e della seria operosità di un’amministrazione o di un ente, minando sul nascere idee, proposte e progetti meritevoli di attenzione, sostegni ed incoraggiamenti.

0 comments

Ancora nessun commento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>