Il “SISTEMA” in Italia: una storia musicale che cresce…

Il “SISTEMA” in Italia: una storia musicale che cresce…

pubblicato da ARF ART 0 commenti
Il “SISTEMA” in Italia: una storia musicale che cresce…

E’ sempre più conosciuto e plaudito a Napoli ed in Italia il Sistema delle Orchestre e Cori Giovanili e Infantili Onlus, su modello di “El Sistema” ideato e realizzato da Josè Antonio Abreu in Venezuela ed importato nel nostro Paese grazie all’impegno di Claudio Abbado ed all’operatività della Scuola di Musica di Fiesole e di Federculture. Anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, nel corso della nostra udienza tenutasi il 27 giugno 2013, ci ha manifestato la sua ammirazione per questa iniziativa che partendo da molto lontanto è arrivata anche nella nostra città. Ad oggi sono 14 le Regioni che hanno aderito a questa fortunata modalità di rendere lo studio della musica un diritto ed un piacere gratuito per tutti. Bambini e ragazzi di ogni provenienza sociale, economica ed etnica possono imparare a stare insieme attraverso lo studio del canto e della musica, responsabilizzandosi alla cura degli  strumenti che vengono loro affidati ed al rispetto delle modalità di apprendimento, di incontro e di impegno previsti. La struttura organizzativa del Sistema in Italia è caratterizzata da un Comitato presieduto da Roberto Grossi, di cui attualmente fanno parte 40 Nuclei distribuiti in 14 Regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia, Romagna, Friuli, Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Veneto e Toscana. Ogni regione aderente ha un referente istituzionale ed un referente artistico. In Campania il referente istituzionale è Eugenio Ottieri, quello artistico Antonio Florio. Attualmente la nostra regione conta 2 Nuclei effettivi: il Sonora Junior Sax e La Musica in mano ai criaturi-Gli Angiulilli.

Questi due Nuclei campani, insieme ad un ensemble di flauti dolci, il “Consort Pergolesi”  si sono esibiti il 21 giugno nella splendida Basilica  di San Giovanni Maggiore a Napoli, in occasione della Festa della Musica Euopea, giornata in cui ha avuto luogo per la prima volta a Napoli la festa della Musica del Sistema in Italia. Una giornata costellata  da tantissimi appuntamenti che ha visto il Conservatorio di San Pietro a Majella partecipare attivamente all’evento, promuovendo in mattinata  una tavola rotonda a cui sono intervenuti il Direttore del Conservatorio Elsa Evangelista, il Commissario del Conservatorio Achille Mottola, il Presidente del Sistema Roberto Grossi, un membro del CdA del Sistema – Presidente della Società Internazionale di Musicologia Dinko Fabris, Eugenio Ottieri , Andrea Gargiulo quale direttore artistico del Nucleo di Bari, Chiara Eminente in qualità di direttore artistico dell’associazione Scarlatti di Napoli, il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri Luigi Vinci. A fare da moderatore Livia Grimaldi,  Presidente del Comitato “na’musica”, che ha patrocinato l’evento napoletano del 21 giugno, nell’ambito della II edizione del  Festival 2013, una rassegna edi eventi musicali da maggio a giugno curata e promossa da “na’musica” .

Una giornata intensissima quella del 21 giugno: in mattinata, nel chiostro del Conservatorio di San Pietro a Majella, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli sono state esposte delle opere a cura dgli allievi dell’Accademia, che non hanno disdegnato l’evento per mostrarsi all’opera con l’argilla, manipolando e modellando la materia. Queste “parentesi” di performance artistiche rappresentano una palese dichiarazione di presenze attive e reattive in città e negli ambienti culturali: denunciano  una voglia di fare , di comunicare, di stare insieme e di saper cogliere i momenti in cui  qualcosa di buono a Napoli si fa.

ARF ART  ha partecipato con interesse alla tavola rotonda complimentandosi con i responsabili dell’organizzazione ed in particolare con il presidente dell’Ordine degli Ingegneri che ha reso possibile la riapertura della Basilica di San Giovanni Maggiore, che oggi ospita continuamente manifestazioni artistiche e culturali, punto di riferimento a Npoli per  i concerti dei Nuclei del Sistema in Campania. Un grazie per la sensibilità con l’Ing.Luigi Vinci  segue e partecipa a tutti gli eventi che hanno luogo nella suddetta chiesa che,  grazie al suo intervento è stata restituita alla comunità.

Ad accompagnare le rappresentanze di ARF ART ai concerti pomeridiani nella Basilica di San Giovanni Maggiore una potenziale “coordinatrice dei piccoli”: Chiara. E’ la figlia del presidente di ARF ART che ha mostrato particolare interesse per l’ensemble “SONORA JUNIOR SAX” il Nucleo campano dell’associazione PROGETTO SONORA Network & Performing Arts di Napoli diretto dal sassofonista Domenico Luciano. Questo è un rarissimo esempio di un’ampio numero di ensemble (oltre 50) costituito da soli sassofoni. La loro esibizione è stata spettacolare! Il loro repertorio vanta brani classici e popular, ma le loro interpretazioni seguono  il fil rouge della giocosità e della leggerezza, che è già riconoscibilità.

Bravissimi senza alcun dubbio i ragazzi del Consort Pergolesi diretti da una appassionata e coinvolgente Silvia Giorgianni. Un ensemble di flauti dolci che sulle note di “Reginella” ha fatto emozionare molti presenti e richiedere all’unanimità un bis.

Quasi un debutto ufficiale la performace dell’altro Nucleo del Sistema in Campania: “La musica in mano ai criaturi- Gli Angiulilli”: un coro di bambini che ha intenerito tutti, caricando di orgoglio le famiglie presenti, i maestri e tutti coloro che si stanno impegnado per avvicinarli a questa cosa bellissima che ci fa stare bene  e che ci fa pensare meglio e che da tempo remoto  chiamiamo MUSICA.

0 comments

Ancora nessun commento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>