COS’ E’ NAPOLI DOMUS ARTIUM

COS’ E’ NAPOLI DOMUS ARTIUM

pubblicato da ARF ART 0 commenti
COS’ E’ NAPOLI DOMUS ARTIUM

ARF ART mette in campo una proposta concreta di sviluppo e cultura, formazione e lavoro, tradizione ed innovazione, rivitalizzazione territoriale ed inclusione sociale con il progetto:

 

NAPOLI DOMUS ARTIUM

 

 

NAPOLI DOMUS ARTIUM è un progetto sperimentale fondato sulla riscoperta dell’arte e della creatività. Si pone come struttura educativa a forte carattere sociale, un luogo di aggregazione giovanile, aperto all’espressione ed alla divulgazione delle Arti, capace di instillare nei giovani il desiderio di lavorare  attraverso la cultura. L’apprendimento dell’Arte come formazione al lavoro, come sviluppo sostenibile.

 

 

Fruitori : portatori di handicap, giovani disagiati, inoccupati

 

Il progetto NAPOLI DOMUS ARTIUM si compone di tre settori:

 Artigianato,  Musica e Teatro

Il settore Artigianato sarà il motore, produttivo e formativo al contempo: esso si pone due importanti obiettivi di estremo salvataggio, quello del recupero dei giovani disagiati e quello della salvaguardia del nostro patrimonio artistico-storico-culturale.

Recuperare i mestieri d’arte e formare i nostri giovani al lavoro non è più una priorità, ma una emergenza. A tal fine si prevede l’istituzione di laboratori produttivi con formazione gratuita per i giovani inoccupati.

Arte della ceramica, Arte dei metalli (sbalzo e cesello), Arte del vetro, Arte della decorazione, saranno i primi corsi artigianali da avviare, “botteghe-scuola” dirette da maestri d’arte, che attraverso il lavoro pratico sul campo, potranno tramandare i loro saperi e formare i giovani (i corsi saranno diretti da: laboratorio Cembalo per vetrate artistiche e metalli, Terramiadue di Paola Capriotti ceramica artistica, prof. Errico Carlo per la decorazione).

L’associazione, per il settore artigianato prevede di avviare una collaborazione diretta con le industrie del comparto arredamento e con le università interessate a questa sperimentazione. Si vuole creare un circuito in cui la commessa di lavoro (da parte di Enti e privati) diventa non solo occasione di apprendimento e di studio, ma anche principale finanziamento per tutte le attività educative del progetto.

 

Strategia: le industrie potranno caratterizzare le loro produzioni seriali con opere artigianali prodotte dai nostri laboratori e progettate dai giovani studenti universitari, investendo così in ricerca ed innovazione a costo zero. Le università potranno avere l’occasione gratuita di portare avanti una stimolante attività di ricerca e sperimentazione dei corsi, con la realizzazione dei propri lavori nei nostri laboratori, gli allievi universitari potranno beneficiare di una più completa formazione non solo teorica ma anche pratica, collegata al modo del lavoro. Napoli Domus Artium beneficerà del sostegno delle commesse da parte delle industrie e della progettazione universitaria, avendo così  la possibilità di poter formare gratuitamente i giovani disagiati al lavoro attraverso la produzione.

Innovazione: NAPOLI DOMUS ARTIUM sarà il mezzo attraverso il quale si potrà per la prima volta far dialogare in maniera costruttiva il mondo reale produttivo delle industrie, quello intellettuale delle università e quello dell’esperienza artigiana dei maestri d’arte.

 

 

Il Settore Musica prevede  corsi gratuiti di musica di insieme soprattutto per i giovani disagiati e portatori di handicap. La musica può essere insegnata ed appresa liberamente, senza costrizioni o condizionamenti di natura economica. Tutto questo è possibile perché per il settore Musica si prefigura un’adesione al «Comitato nazionale Onlus  Sistema  delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili». Si tratta di un vero e proprio sistema integrato di formazione musicale che emancipa i giovani  dalla strada,  offrendo  loro un’occasione di riscatto esistenziale, (l’organizzazione dei corsi sarà curata dal m° Eugenio Ottieri, referente regione Campania del «Comitato nazionale Onlus  Sistema  delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili).

Il settore Teatro prevede l’attivazione gratuita di corsi di teatro e di operatore tecnico di scena, per giovani disagiati e portatori di handicap. Promuoverà l’integrazione tra gli individui nella loro diversità, i giovani così impareranno a relazionarsi e comunicare al di là delle barriere di tipo sociale e culturale, in un percorso formativo di crescita ed integrazione. Un teatro giovane che sperimenterà il linguaggio del corpo e nuove forme di rappresentazione,( corsi saranno diretti dalla compagnia Nostos Teatro di Giovanni Granatina con la partecipazione del m° Antonio Casagrande alla direzione artistica).

 

Con questo progetto vogliamo  salvare le nostre tradizioni!

 

Vogliamo mettere a sistema sviluppo e cultura, formazione  e lavoro, tradizione ed innovazione. L’arte può veramente rappresentare  il volano della crescita delle nostre economie.  Ma soprattutto vogliamo dare speranza ai giovani, dare un messaggio di rinascita, i ragazzi italiani sono oggi penalizzati da una società bloccata, piegata su se stessa, incapace di valorizzare tutto il proprio capitale umano: incapace di riconoscere il merito e premiarne i molti talenti. In questo contesto NAPOLI DOMUS ARTIUM  può essere un investimento cruciale, ma c’è bisogno di uno sforzo, di una spinta unanime: da parte delle istituzioni, della scuola,  della chiesa, delle cooperative sociali e delle famiglie affinché si possa davvero essere “ tutti uniti in un progetto per i giovani”. PER IL BENE COMUNE.

Il progetto ha ricevuto ad oggi il patrocinio morale delle seguenti istituzioni:

Provincia di Napoli, Comune di Napoli, Camera di Commercio, Università degli Studi di Napoli l’Orientale, Centro interdipartimentale di ricerca in Urbanistica “Alberto Calza Bini” Università degli Studi Federico II di Napoli, ed eccezionalmente quello dell’ Associazione Nazionale dell’Arma dei Carabinieri.

 

0 comments

Ancora nessun commento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>