CARNVAL project: verso una rete dei Carnevali in Campania

CARNVAL project: verso una rete dei Carnevali in Campania

pubblicato da ARF ART 0 commenti
CARNVAL project: verso una rete dei Carnevali in Campania
EPHEMERAL HERITAGE OF THE EUROPEAN CARNIVALS RITUALS “

Si è svolto  il 16 maggio 2015 a Napoli, presso il Centro Interdipartimentale “A.Calza Bini” dell’Università Federico II di Napoli, il primo incontro con gli otto rappresentanti dei  Carnevali in Campania  selezionati per entrare nella rete del progetto europeo CARNVAL.

 

Prosegue sempre più intensamente la collaborazione di ARFART con il Centro Universitario “A. Calza Bini” nell’individuare strategie di crescita e di sviluppo urbano delle nostre città del Sud. Attraverso il progetto europeo CARNVAL vogliamo  tentare di costruire una rete dei Carnevali in Campania al fine di stimolare, intorno agli eventi e riti di festa, maggiore attenzione alle occasioni di crescita economica, occupazionale e ricettiva che gli eventi carnevalizi possono offrire, se ben radicati sul territorio.

Hanno risposto con entusiasmo e nutrita presenza i rappresentanti degli 8 Carnevali campani selezionati dal Team di Progetto, garantendo la loro piena ed attenta partecipazione all’incontro.

Sono intervenuti:

IL TEAM DI PROGETTO CARNVAL: Prof. arch. Luigi Fusco Girard (direttore del Centro Interdipartimentale “A. Calza Bini) , prof. arch. Teresa Colletta (ICOMOS CIVVIH), arch. Anny Errico (presidente ARF ART), arch. Lucia Bello (vicepresidente ARF ART), dott.ssa Teresa Peluso (consigliere ARF ART)

I RAPPRESENTANTI DEI CARNEVALI IN CAMPANIA:

  1.   Carnevale di AGROPOLI: Associazione “Il Carro” e Proloco;
  2. Carnevale di CAPRIGLIA IRPINA: Associazione “La Zeza di Capriglia Irpinia ;
  3.  Carnevale di SAVIANO: Fondazione Carnevale savianese (Presidente emerito); Carnevale di STRIANO: Assessore alla Cultura, delegato Turismo e StampaAssociazione Carnevale Strianese (presidente e segretario), responsabile rionale;
  4.  Carnevale di MONTEMARANO: Assessore Pro Montemarano, Presidente scuola di Tarantella montemaranese, Direttivo Ass. Scuola di Tarantella montemaranese;
  5. Carnevale di PALMA CAMPANIA: Fondazione Carnevale Palmese (presidente),  Delegato al Carnevale;
  6.   Carnevale di CASTELVETERE SUL CALORE: Associazione Pro Loco Castelvetere sul Calore (presidente e soci)
  7.  Carnevale di MAIORI: Associazione Happy Hours (presidente), Assessore

L’incontro è stato utile a mettere in luce due aspetti essenziali della celebrazione del Carnevale: da un lato il legame con il territorio e con la tradizione e dall’altra l’analisi delle criticità e dei punti di forza per ciascuno degli otto Carnevali rappresentati.

In un clima di  convivialità ed interazione è stato dato impulso alla  voglia di fare, alla fiducia, alla buona competizione,    affinché il Carnevale possa rappresentare in ambito locale, prima ancora che europeo, uno strumento per rafforzare il senso di appartenenza ad un luogo, una chiave di conoscenza di valori materiali ed immateriali, valori con cui dare slancio alla crescita ed allo sviluppo della propria città. Grazie ad un sinergico lavoro di squadra possiamo affermare con soddisfazione che questo messaggio è stato pienamente recepito dai presenti e che ci impegneremo per quanto possibile, a sostenere  il miglioramento della loro offerta “carnevalizia” in termini di identità, attrattività, competitività al livello regionale, nazionale ed europeo.

Ringraziamo tutti i partecipanti per l’ampia disponibilità offerta e per il sorprendente interesse manifestato in questo progetto europeo CARNVAL, che ci auguriamo riuscire a portare a termine con risultati ancora più entusiasmanti su tutti i territori individuati.

 

 

 

 

 

0 comments

Ancora nessun commento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>