ARTE

L’intuizione che si fa espressione

 

“L’arte è lo strumento di liberazione dell’uomo perché  è un’esaltazione del sentimento della vita e uno stimolante della vita; l’arte, in quanto espressione del sentimento, è assolutamente libera e perciò superiore alla ragione che lentamente uccide la vitalità dell’uomo e perciò espressione dell’ebbrezza dionisiaca”.

Friedrich Nietzsche

                                                                                                                                                                                             

L’intera storia dell’umanità è percorsa da un “filo rosso” che coinvolge e pacifica tutti, senza distinzione di razza, lingua, religione, cultura, condizione sociale e personale: l’ARTE.

Un potere assoluto quello dell’Arte sull’uomo, perchè lo libera, lo eleva, lo avvicina al “divino” di cui è parte.

Perchè l’Arte è scoperta ed espressione di bellezza ed armonia;
perchè l’Arte è bisogno e ricerca del divino nell’umano;
perchè l’Arte è esperienza emozionante ed emozionata della vita;
perchè l’Arte è passione, energia, umanità profonda;
perchè l’Arte è linguaggio universale.

 

 

Ci sono uomini chiamati ”artisti” che hanno il privilegio di riuscire ad esprimere, come affermava J.Joyce “un’immagine di quella bellezza che siamo riusciti a comprendere”. Pittura, scultura, architettura, musica, danza, canto, poesia, altro non sono che le tante forme di espressione di quell’immagine di bellezza che è stata percepita.

Il concetto di “bellezza” quindi è legato alla capacità di suscitare emozioni, sensazioni, piacere. Dare forma ad un sentimento significa pertanto rappresentare un’immagine di bellezza. Perchè nulla è più vero, più bello, più sacro nella vita di un essere umano, della capacità di “liberare” la propria natura emozionale e con essa costruire l’opera esistenziale.

Ma non tutti sono artisti e non tutto è ARTE!

 

Questa porta che si apre sull’Arte vuole essere un invito ad entrare in quella dimensione personale del “sentire” e del “fare” che rende unica ogni emozione, ogni desiderio, ogni azione. In ogni essere vivente è rimasta una scintilla divina che si accende quando esso entra in sintonia con la propria natura, quando è in pace con tutto e quando vive rispettando questo equilibrio perfetto. L’Arte come strumento di liberazione, di avvicinamento alla propria natura, di esplorazione e scoperta di sè nel mondo, di sè come parte piccolissima, ma unica ed inimitabile del mondo.

ARFART vuole favorire ed assecondare questo lavoro di liberazione e di conoscenza promuovendo progetti, iniziative ed eventi in cui l’Arte è al contempo causa ed effetto di un percorso di osservazione ed interiorizzazione, scoperta e conquista, partecipazione ed espressione.