America’s Cup, vittoria di Luna rossa tra gioie e malumori

America’s Cup, vittoria di Luna rossa tra gioie e malumori

pubblicato da ARF ART 0 commenti
America’s Cup, vittoria di Luna rossa tra gioie e malumori

Ieri si è concluso a Napoli l’evento sportivo mondiale America’s Cup con la vittoria di Luna Rossa Swordfish che vince la regata di flotta e si aggiudica la tappa partenopea delle World Series di Coppa America.
Migliaia le persone presenti che affollavano i 20mila metri quadri di area eventi, distribuiti sul lungo mare di Via Caracciolo, spazi espositivi quasi per la totalità destinati alle istituzioni e sponsor, purtroppo quasi inesistente la pubblicizzazione della nostra economia culturale. Sarebbe stato auspicabile in questo momento di crisi e di notevoli malumori generati dalla ZTL che il Comune avesse destinato, gratis, anche uno stand alla pubblicità dell’economia locale, semmai divisa per categorie, strutturata per il rilancio delle attività commerciali in agonia.
L’intera area eventi non era provvista di varchi di passaggio intermedi, per l’uscita e l’attraversamento pedonale verso la villa Comunale, uniche vie di uscita le due estremità. L’Area Tecnica è stata progettata ed allestita a cura della Società America’s Cup Race Management (ACRM) che l’ha praticamente isolata per scelta dal contesto esterno; in compenso ottima la visuale delle regate, spettacolari le manovre delle imbarcazioni sotto un sole tutto napoletano….

Una festa di popolo, alberghi e ristoranti pieni, ma anche trasporti nel caos, traffico in tilt, metro e funicolari presi d’assalto, difficoltà a reperire i biglietti, con edicole chiuse e distributori automatici fuori uso. Per un simile evento si sarebbero dovute potenziare le corse e istituire dei punti vendita biglietti, nell’interesse delle finanze del Comune stesso, vista la maggioranza delle persone che usufruiva dei trasporti senza biglietti.
Tutto si è concluso intorno alle ore 23.00 con concerti ed uno splendido spettacolo di fuochi pirotecnici .
Nonostante tutti i suoi handicap Napoli è sempre meravigliosa,  lo ha detto dal palco della premiazione dei vincitori della tappa partenopea delle World Series dell’Americàs Cup, il direttore di regata , Iain Murray «In trent’anni di Coppa America non si è mai visto uno spettacolo come quello di Napoli ed è per questo che vogliamo ritornare».
Speriamo che Napoli possa sfruttare benequesta occasione e soprattutto utilizzarla al meglio per il rilancio della propria immagine nel mondo.

0 comments

Ancora nessun commento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>